OPERE LETTERARIE

«Qual è il limite oltre cui i sogni si trasformano in spettri, i desideri in ossessioni, l’esistenza in polvere? Quando muore il sole dietro un tramonto scarlatto, il buio non ti dà il tempo di abituarti e scende d'improvviso. Le cose belle assumono contorni eterei prima di scomparire, e ancora adesso, dinnanzi alla cometa dei ricordi, starei ore ad aspettare di scorgere il mare in tempesta dei miei pensieri e la calma crucciante delle mie Favole. Perse. Sole. Inutili» (La prigione delle Favole Sole).  

maternità impropria di Carmen Trigiante

MATERNITÀ IMPROPRIA

Noi della “Generazione senza figli” siamo come l’Odradek di Kafka, quell’oggetto simile a un uomo, che appare però privo di senso.
«Può morire? Tutto ciò che può morire ha avuto, un tempo, una specie di meta.»
Qual è la meta, qual è il senso di questa mia generazione? Per anni ho torturato il mio Io più profondo con questa domanda. Mi sono ritrovata a scontrarmi con un dovere di procreazione, privo di ogni diritto, che ha sortito in me un profondo senso di repulsione; finché la risposta, affacciatasi come un fievole lanternino, è deflagrata con veemenza e mi ha spinta a considerare diversamente il concetto di donna e di famiglia, sulla strada tortuosa della felicità.
Saggio Etico/Filosofico che ripercorre le tappe del concetto di Maternità nella Storia, dal matriarcato al periodo fascista, affronta il problema delle aberrazioni legislative, della legge 40/2004 sulla procreazione medicalmente assistita, e delle difficoltà di programmare un approccio genitoriale nel mondo del precariato, infine approda su un terreno nuovo e personale, frutto della filosofia postantropocentrica, postumana ed epicurea dell'autrice.

Amazon

Tornano ad ardere le Favole

“Quattro anni fa uccisi un uomo a sangue freddo. Lo inondai di benzina e appiccai il fuoco. Quell’uomo era mio padre.”
L’ex commissario di polizia Maya Desìo, uscita dal carcere per infermità mentale, taglia i ponti con la vita precedente e si ritira tra le Alpi, col suo cane lupo, Dottor Freud. Una notte di agosto, la suoneria del cellulare infilza il silenzio: sua sorella Tania è scomparsa, mentre lavorava a un dossier giornalistico segreto. Maya deve tornare a Bari, affrontare i propri fantasmi e una irrefrenabile relazione clandestina col suo amore impossibile, il magistrato Andrea Moncino, che ormai vive con un’altra donna. Mentre alcune sparizioni oscure conducono al covo di una strega dell’800, nel gioco esoterico di un perverso Minotauro, la rete dei sospetti ingloba chi le sta più vicino, costringendo Maya al sodalizio con l’unico personaggio che può aiutarla, ma, dietro la maschera elegante, cela una vita criminale. “Era un patto col diavolo, ma io provenivo dall’inferno”.
NOIR CHE SCAVA NELLA PSICHE UMANA. UN URLO CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE.


La prigione delle Favole Sole

Una regista di horror, accusata di aver evirato un produttore cinematografico, viene torturata e assassinata nella periferia di Bari, con un rito medievale riservato alle streghe. L’agghiacciante ritrovamento del cadavere fa rivivere al commissario Maya Desìo, esperta in grafologia giudiziaria, l’ombra di un ineffabile segreto che attiva un legame oscuro con la vittima, in un vortice di autolesionismo: si intrecciano le Favole pestate, la prigionia dell’ardore di vendetta, il desiderio di riscattare l’amore, sfuggendo il fantasma della follia. Analisi freudiane e grafologiche gettano tinte fosche sui rapporti di amore e odio della regista con un noto psichiatra, e scoperchiano il vaso delle pulsioni che trascinano Maya Desìo in una relazione atavica con un uomo di spiccata capacità introspettiva, ma dalla condotta bipolare. «Non avrebbe spento quella voglia, in grado di bruciare l’anima. Sarebbe rimasta a sussurrare il desiderio che mai avrebbe pensato di provare: sospeso, maledetto, negato e osceno» THRILLER PSICOLOGICO INTROSPETTIVO, NOIR DELL'ANIMA.

Quattro cani e un chihuahua

Un cane può insegnarci l’amore e la fedeltà. Ma siamo certi che sia “tutto” qui? E se la convivenza con un cane ci facesse scoprire qualcosa che attinge alla parte più autentica di noi stessi, capace di ricongiungersi col Cosmo e la Natura intera? Quanta filosofia si può imparare dagli occhi di un cane, se si ha voglia di soffermarsi a riflettere? È questa la storia della nostra protagonista, che si ritrova suo malgrado “ immersa nei cani sino al collo ”, scoprendo così il segreto per sgretolare quelle mediocri concezioni egoistiche che impregnano il nostro inconscio, verso una differente idea della vita, sulla strada della Felicità.

Il tuo libro filosofico

Viviamo in preda agli eventi e attendiamo che giunga la felicità. Costruiamo la vita sulla base di schemi preconfezionati dalla società e finiamo per smarrirci su strade che non ci appartengono. Se però compissimo lo sforzo di destrutturare i concetti che il mondo ci impone, riusciremmo a guardare le cose da un’altra prospettiva. Un piccolo passo per un nuovo modo d’intendere la vita. Illustrato con i dipinti filosofici.

Vola con me

Un vorticoso viaggio nell'Io conduce la protagonista a una dura presa di coscienza: fino ad allora era viziata da un drammatico pregiudizio, lo stesso che rende infelici molte persone. Un nuovo modo di vivere si prospetta all'orizzonte, sulla strada della felicità, a costo di una difficile scelta: rinunciare agli schemi consolidati e a tanta gente cui si vuol bene, perché incapace di comprendere. Forse anche all'amore della sua vita. O forse no...

COLLABORAZIONI LETTERARIE
ALBA NOX il femminile oscurato - 2021 
AUREA NOX l'oro della coscienza - 2021
LSD MAGAZINE - Storie di donne 2019
CAFFEBOOK
- Racconti filosofici 2019 

SLCCGIL - Donne che vendono... 2018
RADICI FUTURE - Rubrica animalista 2016
SANTIPPE.it - Brevi saggi di filosofia 2015
IL RESTO - Rubrica di economia 2013